La Saponeria Pescara- Riccione 0-4

Pescara, 17 dicembre 2017.

Il Pescara sbatte e di brutto negli “aculei” del RICCIOne e perde una partita, considerati anche i risultati precedenti nei quali aveva tenuto testa alle prime tre della classifica, che sembrava “sulla carta” alla portata delle ragazze abruzzesi, ma così non è stato, ad ulteriore conferma che il calcio riserva sempre delle “sorprese” o delle “certezze” in relazione a tutti i “parametri” che lo compongono.

Involuzione negativa del Pescara? Rispetto alle prestazioni precedenti o meriti “esclusivi” della squadra avversaria? Come di solito avviene, la verità sta sempre “nel mezzo”.

La Saponeria Pescara, parte “tesa e contratta” e sembra risentire del “freddo pungente” che regna sul campo “Donati” di Pescara ed ha difficoltà a prendere le “misure” “oggettivamente” sproporzionate, per la “fisicità” al di fuori della norma di alcune calciatrici del Riccione.

Le ragazze pescaresi pagano anche “pegno” per la mancanza di allenamenti “continui e costanti” di molte di loro, per impegni di lavoro e di studio. Ma ciò nonostante, “stringendo i denti”, prima del “dilagare” delle avversarie, riescono a creare tre nitide “palle goal”, che purtroppo non si concretizzano e che, forse, avrebbero cambiato l’andamento della partita. Al 13’ Cialfi, dal limite dell’area piccola del Riccione, fallisce di “un niente” l’impatto con il pallone messo al centro da Santirocco, per spingerlo in rete.

Al 19’ , dopo un ulteriore percussione offensiva, Cialfi e Giuliani, dopo un “batti e ribatti” in piena area di rigore del Riccione, non riescono a “tramutare” l’acqua in… GOAL.

Un minuto dopo, si replica con Lazzari e la stessa Cialfi, che conclude a rete, ma anche in questo caso la porta del Riccione rimane “sprangata” e la “stagionata” Meletti si salva.

Ecco Signori/e… questo è “IL CALCIO”… al 25’, alla prima occasione… passa in vantaggio il Riccione. Calcio d’angolo dalla sinistra battuto dalle romagnole “colpo di testa” di Fratini, che impatta la “palla” e la “spalla” di una compagna e finisce in rete. Uno a zero per il Riccione… che non crede ai propri occhi!!!

Il Pescara reagisce, ma non riesce a produrre azioni degne di nota e il Riccione, sornione, cerca di approffittarne e in contropiede mette in difficoltà le abruzzesi.

Il primo tempo si chiude sul risultato di 0-1 a favore delle romagnole.

Il secondo tempo si apre all’insegna del Pescara, che sembra proiettato alla ricerca del pareggio. Ma alla prima occasione, il Riccione, dagli sviluppi di un calcio di punizione raddoppia. Dopo un ulteriore batti e ribatti all’interno dell’area di rigore del Pescara, al 50’ Dominici, con un colpo di testa “fortunoso” trova il “tapin vincente” e nonostante l’intervento sulla linea di Cicala,. Che tenta di evitare la rete porta sul due a zero il risultato in favore della sua squadra.

E’ il colpo del Knock-out , che condanna alla sconfitta un Pescara, “stranamente” remissivo.

Il Riccione “galvanizzato”, controlla e gestisce la “debole” reazione delle pescaresi, che al 66’ capitolano. In una “ripartenza”, il Riccione si invola e trova, dopo un tiro senza pretese, la deviazione involontaria di Giuliani, che beffardamente, sbatte sul palo destro della porta e termina in rete, battendo per la terza volta Dilettuso.

Apoteosi del Riccione: su un errore difensivo, arriva anche il quarto goal per la squadra romagnola. Riceci ribadisce in rete una respinta “corta” di Dilettuso.

Ad ulteriore “dimostrazione” che oggi “non era giornata” per il Pescara, la traversa colpita all’84’ dal colpo di testa di Giuliani e dal conseguente “tiro alto” a due metri dalla porta del Riccione di Santirocco.

Finisce qui. Sconfitta, meritata del Pescara.

(dgm)

TABELLINO:

LA SAPONERIA PESCARA: Dilettuso, De Leonardis (dal 80’ Astolfi), Confessore, Cicala, Giuliani, Eugeni (dal 67’ Vizzarri), Santirocco, Copia, Lazzari (dal 65’ Mari), Cialfi, Paolini (dal 75’ Amicucci)

A DISPOSIZIONE: Cilli, Longo,

ALLENATORE: Mario Di Giovanni

RICCIONE: Meletti (dal 78’ Generali), Della Chiara, Dominici, Sintini, Rodriguez (dal 78’ Cavalcoli G.), Gostoli, Perone, Marcattili (dal 58’ Sommella), Giardina (dal 75’ Riceci) , Battelani (dal 78’ Vancini), Fratini,

A DISPOSIZIONE: Balducci, Esposito,

ALLENATORE: Gianluca Lorenzi

ARBITRO: Delli Carpini di Isernia

RETI: al 25’ Fratini, e al 50’ Dominici, al 66’ autorete Giuliani, al 76’ Riceci

AMMONIZIONI: Marcattini e Perone (R)

ESPULSIONI: –