Jesina-La Saponeria Pescara 8-0

Jesi, 23 dicembre 2017.

La Saponeria Pescara, abbondantemente (troppo!!!) rimaneggiata per le assenze dovute agli impegni personali di Santirocco e Cilli, agli infortuni di Nozzi, Longo e Maiorano, all’influenza di Paolini, alla squalifica di Stivaletta, all’indisponibilita’ (al momento) di D’Amato, Di Battista, Di Febo, Fiorenza e Primi e per gli “acciacchi” di Giuliani, Eugeni e Amicucci, scese comunque in campo, cede “otto” passi alla Jesina, che “inevitabilmente” vince la partita. Eppure solo dieci giorni prima in Coppa Italia, con l’organico pescarese un po’ più consistente, vi era stato un perfetto equilibrio fra le due squadre: uno a uno dopo i tempi regolamentari e a prevalere solo dopo la lotteria dei calci di rigore, sempre la Jesina, ma per 7 a 6. Senza nulla togliere, per l’impegno profuso, alle ragazze abruzzesi scese in campo, non vi è partita sullo splendido prato del “Cardinaletti” di Jesi. La bella squadra marchigiana, molto tecnica, organizzata e determinata, a pieno organico e in ottima salute, dilaga e infligge una “dura” ulteriore “punizione” al “resto” della squadra adriatica, che, viste le “condizioni” non l’avrebbe meritato. Ma questa è la “competizione” del calcio, che non può e non deve ammettere “giustificazioni” per le sconfitte in qualsiasi modo maturate. La Jesina ha vinto? Viva la Jesina! Ma “onore delle armi” al Pescara, che avrebbe potuto fare di più?

La cronaca della partita: le ragazze marchigiane “vanno in discesa” e Piergallini al 5’ minuto servita, in piena area di rigore da Zambonelli, da due metri batte Dilettuso per l’uno a zero. Prova a reagire il Pescara, ma la Jesina non concede occasioni e al 28’ raddoppia, Piergallini, dopo un rimpallo, conclude in porta, Dilettuso respinge e Porcarelli è lesta ad avventarsi sul pallone e da due passi raddoppia. Il Pescara fa quello che può e la Jesina continua a macinare gioco e sfiora il goal in diverse occasioni con le conclusioni a rete di Bellucci, Porcarelli e De Sanctis, goal che arriva al 45’, Zambonelli serve in piena area Piergallini che si libera di un’avversaria, tira dal dischetto del rigore e batte per la terza volta Dilettuso. Nei primi minuti del secondo tempo il Pescara sembra voler reagire, ma le conclusioni a rete di Lazzari e Cialfi non impensieriscono Cantori. Al 52’ segna ancora Piergallini che raccoglie un cross dalla destra di Porcarelli e dal limite dell’area piccola insacca la quarta rete, che “taglia le gambe” definitivamente alle ragazze pescaresi. Al 56’ Porcarelli su assist di Fontana porta a cinque il bottino. Al 71’ Cantori si oppone ad una insidiosa conclusione di De Leonardis e nega il goal della bandiera al Pescara. Al 79’ Verdini, all’ 84’ e all’86’ Piergallini realizzano gli altri goal dell’otto a zero. Partita da dimenticare per il Pescara!

TABELLINO:

JESINA: Cantori (76′ S. Battistoni), Picchiò, Porcarelli (72′ Verdini), Scarponi, Bellucci (83′ Modesti), Fiorella, Se Sanctis, Piergallini, Fontana, Zambonelli (66′ Laface), Gallina (81′ Gambini). All. Iencinella.

LA SAPONERIA PESCARA: Dilettuso, Vizzarri, Astolfi, Cicala, Giuliani, Mari, Confessore, Copia, Lazzari (66′ Eugeni), Cialfi, De Leonardis (76′ Amicucci). All. Di Giovanni

ARBITRO: Simone D’Incecco di Perugia

RETI: 5′ 45′ 52′ 84′ 86′ Piergallini, 28′ 56′ Porcarelli, 79′ Verdini.

(dgm)