La Saponeria Pescara-Pro San Bonifacio 0-2

Pescara, 15 aprile 2018.

Non ce la fa La Saponeria Pescara a bloccare la corsa della capolista Pro San Bonifacio, che, se pur con qualche difficoltà, fa valere la sua forza tecnica e fisica e con un goal per tempo si aggiudica l’incontro.

Le ragazze pescaresi ce la mettono tutta e non sfigurano al cospetto della capolista, vero “rullo compressore” nel girone C di serie B ed escono dal campo con “l’onore delle armi”.

Le ragazze venete, forse intimorite dalla precedente partita delle ragazze abruzzesi contro la Fortitudo Mozzecane che le vedeva vincenti fino a qualche minuto dalla fine, partono in sordina, giocano la palla con buone trame di gioco, ma i tentativi di “sbarco” si infrangono “sugli scogli aguzzi” delle adriatiche. Dilettuso, Cicala, Nozzi, Giuliani e Confessore, alzano le paratie e bloccano le incursioni del velocissimo ed imprevedibile “furetto” Yeboaa, dell’”armadio a quattro ante”, per potenza e prestanza fisica, Perobello Rachele, delle “talentuose” Piovani, Meneghetti, Rigon, ecc. e si fanno vedere, con veloci contropiedi dalle parti di Toniolo.

Fino al 36’ del primo tempo. Quando con un tiro dai trenta metri di Piovani, che piega le mani a Dilettuso, il Pro San Bonifacio si porta in vantaggio.

Prova a reagire il Pescara, ma l’arcigna squadra veneta concede pochi spazi e il primo tempo si chiude sull’uno a zero.

Nel secondo tempo: “stessa spiaggia, stesso mare e… stessi scogli”… E…il carro armato veneto ci prova ancora a “sfondare”, ma stenta a mettere in cassaforte il risultato.

Al 63’ Paolini entra al posto di Eugeni.

Il Pescara “c’è” e non vuole “andarsene”!

Le ragazze della Presidente Velina Rasetta, non ci stanno a perdere, lottano e giocano “alla pari” con le più “quotate” avversarie e creano con Mari, Copia, Eugeni, Lazzari, Cialfi e Santirocco, non pochi “grattacapi” al San Bonifacio, che, però, al 74’ raddoppia: perde palla a centrocampo il Pescara, Perobello Rachele, lanciata in area da Yeboaa, con una finta si libera di Confessore, tira e batte Dilettuso. Due a zero.

Al 78’ Entra Amicucci al posto di Lazzari.

Reagisce ancora il Pescara.

All’81’ dopo una splendida azione sulla destra del Pescara e relativo cross di Paolini, Santirocco di testa impegna severamente Toniolo, che con un spettacolare volo sulla sua sinistra le nega il goal deviando la palla in calcio d’angolo. Sul tiro dalla bandierina, Giuliani conclude in porta in mezza girata e Toniolo compie un’altra strepitosa parata negando ancora il goal alle biancazzurre.

All’87’ palo pieno di Piovani.

All’88’ entra Vizzarri al posto di Mari.

All’89’ espulsa Cialfi del Pescara per doppia ammonizione.

Al 93’ THE END!!!

(dgm)

TABELLINO:

LA SAPONERIA PESCARA: Dilettuso, Cicala, Confessore, Mari ( dal 88’ Vizzarri), Giuliani, Nozzi, Lazzari (dal 78’ Amicucci), Copia, Santirocco, Cialfi, Eugeni (dal 63’ Paolini),

A DISPOSIZIONE: Cilli, De Leonardis, Astolfi, Maiorano,

ALLENATORE: Mario Di Giovanni

PRO SAN BONIFACIO: Toniolo, Galvan, Kastrati, Baldo, Sossella ( dal 64’ Perobello E.), Casarotto, Yeboaa (dall’88’ Bampa), Piovani, Meneghetti, Rigon (dal 79’ Ferrari), Perobello R. (dall’85’ Bendinelli)

A DISPOSIZIONE: Savegnago, Menon

ALLENATORE: Moreno Dalla Pozza

ARBITRO: Sig. De Vincentis di Taranto

RETI: al 36’ Piovani e al 74’ Perobello

AMMONIZIONI: Copia (Pe)

ESPULSIONI: al 88’ Cialfi (Pe)